Virgilio Sieni

Si forma in discipline artistiche e architettura dedicandosi parallelamente a ricerche sui linguaggi del corpo e della danza. Approfondisce tecniche di danza moderna, classica, release con Traut Streiff Faggioni, Antonietta Daviso, Katie Duck. Nel 1983, dopo quattro anni di studio sul senso dell’improvvisazione nei linguaggi contemporanei della danzatra Amsterdam, Tokyo e New York, fonda la compagnia Parco Butterly e nel 1992 la Compagnia Virgilio Sieni, affermandosi come uno dei protagonisti della scena contemporanea internazionale.

Dal 2003 dirige Cango Cantieri Goldonetta Firenze, il Centro Nazionale di produzione per la danza nato per sviluppare ospitalità, residenze, spettacoli e progetti di trasmissione fondati sulla natura dei territori.

Nel 2007 fonda l’Accademia sull’arte del gesto, contesto innovativo di formazione rivolto a professionisti e cittadini sull’idea di comunità del gesto e sensibilità dei luoghi.

Dal 2013 al 2016 è direttore della Biennale di Venezia-Settore Danza. Nel 2013 è nominato Chevalier de l’ordres des arts et de lettres dal Ministro della cultura francese.

Lavora per le massime istituzioni teatrali, musicali, fondazioni d’arte e musei internazionali, realizzando progetti sulla geografia della città e dei territori che coinvolgono intere comunità sui temi dell’individuo e della moltitudine poetica, politica, archeologica.

 

Trained in artistic disciplines and architecture, Sieni has dedicated himself to experimentation on languages of the body and dance. He explored modern and classical dance and release techniques with Traut Streiff Faggioni, Antonietta Daviso and Katie Duck. In 1983, after four years studying improvisation in Amsterdam, Tokyo and New York, he founded the company Parco Butterfly, and in 1992 the Compagnia Virgilio Sieni,earning a place as one of the protagonists of the international scene.

Since 2003 he has been the director of Cango Cantieri Goldonetta Firenzeand the Centro Nazionale di produzione per la danza, conceived as a center for hosting residencies, shows and transmission/teaching projects rooted in the nature of territories.

In 2007 he founded the Accademia sull’arte del gesto, an innovative context for artistic training geared towards professional and ordinary citizens and based on the idea of communities of the gesture and sensitivity towards places.     

From 2013 to 2016 he directed the Biennale di Venezia-Settore Danza. In 2013 he was named Chevalier de l’ordres des arts et de lettresby the French Minister of Culture.

Sieni works with preeminent theatrical and musical institutions, art foundations and international museums, simultaneously carrying out project focusing on the geography of cities and territories and involving entire communities, on themes of the individual and the poetic, political and archeological  multitude.

Virgilio © Sini Marcello Norberth LD