Danza Cieca

danza cieca paolo porto

ⓒ Paolo Porto

CREDITS

 

Coreografia Virgilio Sieni

Interpreti Virgilio Sieni e Giuseppe Comuniello

Musica dal vivo Spartaco Cortesi (elettronica)

Produzione Fondazione Matera-Basilicata 2019, Compagnia Virgilio Sieni

SCHEDA

 

DANZA CIECA

 

Virgilio Sieni e il danzatore non vedente Giuseppe Comuniello sono protagonisti di un duetto sulla tattilità, con musica dal vivo di Spartaco Cortesi. Ascolto, tenuità, spazio, gioco e rito, potenza dell’attesa, incrinatura della materia fonte inesauribile di gesti, parti oscure del movimento, bagliore nel dettaglio, accoglienza dell’amico, apertura dello sguardo: posture e avvicinamenti che trasformano il corpo in un atlante inesauribile di luoghi democratici.

“L’anatomia del gesto si espande al concetto di spazio tattile, di aura, e include la percezione del corpo e il tono dei tessuti e dei muscoli coinvolti. Danza cieca si fonda sullo spazio aptico tra i due interpreti e l’alone di energia che i movimenti creano intorno a loro. L’aura non è solo una sorta di alone intorno alla persona, è molto di più: comprende l’essenza della persona capace di raccogliere in sé l’invincibilità della sua origine, trasmettendo verso il fuori questa potenza. Sembrerebbe che l’aura scaturisca da questo continuo rimandare all’altro, trasmettere e travasare, portare via e rinnovare”.

Virgilio Sieni

________

 

Choreography Virgilio Sieni

Performers Virgilio Sieni and Giuseppe Comuniello

Music Spartaco Cortesi

Production by Fondazione Matera-Basilicata 2019, Compagnia Virgilio Sieni

 

Virgilio Sieni and the visually-impaired dancer Giuseppe Comuniello are the protagonists of a duet based on tactility, with live music by Spartaco Cortesi. Listening, tenuousness, space, play and rite, the power of anticipation, flaws in material as an inexhaustible source, obscure parts of movement, glimmers of detail, the welcome of a friend, the opening up of the gaze: illustrations, postures and openness that transform the body into an inexhaustible atlas of democratic places.

“The anatomy of the gesture is extended to the concept of tactile space, of aura, and includes the perception of the body and the tone of the muscles and tissues involved. Blind dance is based on the haptic space between the two performers and the halo of energy that their movements create around them. The aura is not only a sort of halo around the person, but much more: it encapsulates the essence of the person, and is capable of containing the inexpressibility of his origin, transmitting its power outwards. It would seem that the aura springs from this continuous reference to something other – transmitting and transferring, carrying away and renewing”.

TOURNÉE

 

Firenze, Cango | Cantieri Goldonetta, 17, 18, 19 aprile 2020

Firenze, Scuola Secondaria di I grado Paolo Uccello, 10 marzo 2020

Firenze, Scuola Primaria Montagnola, 3 marzo 2020

Firenze, Cango | Cantieri Goldonetta, 27, 28, 29 dicembre 2019

Roma, Palazzo delle Esposizioni, 14 novembre 2019

Matera, Teatro Ludovico Quaroni, 25, 26 settembre 2019 – prima assoluta

ph. Paolo Porto