Altissima Povertà_Torino

ALTISSIMA POVERTÀ_Torino ph.Giorgio Sottile

CREDITS

Ideazione e coreografia: Virgilio Sieni
Musica originale: Roberto Cecchetto – eseguita dal vivo dall’autore
Interpreti: centinaia di interpreti in via di definizione
Assistente alla coreografia: Maurizio Giunti
Assistenti al progetto: Ornella Balestra, Francesca Cinalli, Francesca Cola, Paola Colonna, Aldo Rendina, Tommaso Serratore, Aldo Torta

Prima rappresentazione: Torino, 30 giugno 2016
Produzione: La Piattaforma. Nuovi corpi, nuovi sguardi, progetto triennale (2015-2017) ideato da Associazione Didee – arti e comunicazione e Associazione Filieradarte
Con il sostegno di: Ministero dei Beni e della Attività culturali e del Turismo, Regione Piemonte, Circoscrizione 2 Torino, Università degli Studi di Torino, Compagnia di San Paolo. Fondazione CRT, Cooperativa sociale Esserci.

Altissima povertà presenta un ciclo di coreografie ispirate al racconto biblico quale indagine sull’umano, di un’archeologia del gesto che indaga la natura e l’origine del movimento. Gli interpreti, danzatori professionisti e cittadini, saranno chiamati a dar vita ad una comunità del gesto, nell’intento di creare un luogo dove il corpo si apre ad un laboratorio continuo di sguardi, vicinanze e sostegni. Nel percorso di trasmissione si indagherà le fragilità dei corpi e i motivi figurativi, anatomici, umani, che hanno segnato la tradizione visiva delle scene evangeliche, come metafora del cammino dell’uomo nel mondo. Un’agorà che accoglierà simultaneamente le coreografie con il pubblico libero di camminare e sostare liberamente, a creare una propria drammaturgia di ritorni, richiami, risonanze, memorie.