MARIO BRUNELLO / VIRGILIO SIENI

 

UN AMICO

 

Omaggio al mondo della musica di Ezio Bosso

 

 

3 LUGLIO 2024

NELL’AMBITO DI RAVENNA FESTIVAL
RAVENNA (RA)

IMG_0974

CREDITS

Coreografia, spazio Virgilio Sieni
Violoncello e violoncello piccolo Mario Brunello
Pianoforte Maria Semeraro
Compagnia Virgilio Sieni: Jari Boldrini, Maurizio Giunti, Andrea Palumbo, Valentina Squarzoni, Linda Vinattieri
Musiche Pärt, Cage, Bach, Messiaen, Bosso
Luci Andrea Narese

Produzione
Centro Nazionale di produzione della danza Virgilio Sieni
Fondazione Ravenna Festival
Opera Estate Festival Veneto
Settimane musicali di Stresa, Festival Internazionale

Con la collaborazione di Antiruggine srl

 

Lo spettacolo vede insieme per la prima volta il musicista Mario Brunello e il coreografo Virgilio Sieni in una serata omaggio alla musica di Ezio Bosso, amico scomparso prematuramente.

 

Da una lettera di Mario Brunello a Virgilio Sieni:

“…Ezio è stato un amico che mi ha lasciato un segno profondo. Una amicizia in cui la musica è stato il motivo di inizio, ma anche di fine, del nostro rapporto. A un certo punto la musica è come impazzita, ha iniziato a parlare una lingua sconosciuta ad ambedue, si è vestita di oro e brillantini e ha cominciato ad ammaliare, a cantare come le sirene, a suonare vorticosamente passando sopra tutto e tutti. Immancabilmente la parte debole esteriore ha avuto gioco facile, scontato.

Ci siamo scontrati, divisi e ognuno per la sua strada.

A distanza di dieci anni la Sonata “Roots”, del 2014 che Ezio ha scritto per me, mi manda un richiamo e penso quindi sia il momento di ritentare di farla sentire per quello che è, o per lo meno quello che io sento che è, con radici in Bach, Cage, Messiaen, Paert. Quella di Ezio è una musica pura, onesta, costruita con poche note, ma con un potenziale espressivo nascosto, una carica esplosiva incontenibile, che anche un semplice fiore a pochi petali può avere.”

 

Virgilio Sieni:

“Il danzare le musiche che hanno compenetrato il legame tra Mario e Ezio restituisce il senso dell’amore, talmente potente da far pensare al corpo come luce. Ecco allora che la danza subentra come gesto estremo, come forma d’amore che si crea dal sentirsi in vita. Le danze – duetti, quartetti, assoli – si tramandano la qualità tattile di uno spazio pensato come una spirale, un vortice appunto che, nascendo ogni volta dai dettagli del movimento, si unisce al tutto e viceversa. La natura animale di un corpo sensibile penso che attragga la luce, o meglio, assorbe alcuni bagliori che con chiaroveggenza si fanno largo nel tempo per depositarsi negli strati del gesto per riconoscersi nel grumo vorticoso dell’energia, con silenzio, con respiro, con musica”.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

A. Pärt
FRATRES – violoncello e pianoforte – 12’

J. Cage
MELODIA 1 (da Six Melodies per violino e tastiera) – violoncello piccolo e pianoforte – 2’

J.S. Bach
INVENZIONE a due voci n. 13 BWV 784 – violoncello piccolo e pianoforte – 1’

J. Cage
MELODIA 3 (da Six Melodies per violino e tastiera) – violoncello piccolo e pianoforte – 2’

J.S. Bach
CORALE BWV 617 “Herr Gott, nun schleuss den Himmel auf – violoncello piccolo e pianoforte – 3’

J. Cage
MELODIA 4 (da Six Melodies per violino e tastiera) – violoncello piccolo e pianoforte – 2’

J.S. Bach
CORALE  BWV 641 “Wenn wir in hochsten noten sein”  – violoncello piccolo e pianoforte – 3’

O. Messiaen
LODE ALL’IMMORTALITÀ DI GESÙ (da Quatuor pour la Fin du Temps) – violoncello piccolo e pianoforte – 6’

E. Bosso
“THE ROOTS” SONATA N. 1 – per violoncello e pianoforte – 32’

  • Adagio (come una marcia funebre) quasi Allegro
  • Allegro molto ma giusto

TOURNÉE
Trento (TN), Auditorium Santa Chiara, 30 novembre 2024
Sibari (CS), Armonie d’Arte Festival, 28 agosto 2024
Stresa (VB), Stresa Festival, 24 agosto 2024
Bassano del Grappa (VI), OperaEstate festival Veneto, 29 luglio 2024
Ravenna (RA), Ravenna Festival, Teatro Rasi, 3 luglio 2024